El Fontego, una famiglia di soci e volontari a supporto del commercio equo e solidale

Tra Via Paruta e Via Aleardi si trova un piccolo pezzo del sud del mondo che si chiama El Fontego

In dialetto veneziano, “fontego” significa “casa-magazzino” e nome migliore non poteva essere scelto per identificare uno spazio dove una grande famiglia di soci e volontari supporta la vendita di prodotti per diffondere il commercio equo e solidale

Paola e Gabriella, due volontarie della cooperativa, ci raccontano che la prima a portare il commercio equosolidale a Mestre è stata Marina Gavagnin che aveva rubato l’idea da degli amici di Sondrio, appassionandosi di un modo diverso di fare commercio

Siamo agli inizi degli anni ‘90 quando l’attività inizia con la vendita nei mercatini e nelle sagre di paese e solo successivamente è stato aperto il primo spaccio, inizialmente in Via Montenero, ma dal 2008 la bottega ristrutturata con criteri di basso impatto ambientale, si trova in Via Paruta, 23/A.

Se vi state ancora chiedendo di cosa si trattasse, El Fontego è una cooperativa socia del consorzio CTMAltromercato, che gestisce uno spazio dedicato al commercio equo e solidale, ovvero secondo giustizia e non beneficenza come è facile pensare in quanto si tratta di un mercato che tutela la biodiversità del pianeta e che rispetta i diritti delle persone, senza sfruttamento, ma con un compenso adeguato al loro lavoro

Presso El Fontego è possibile acquistare diverse categorie di prodotti.

Dagli alimenti biologici, controllati e di alta qualità provenienti da fornitori locali come per il vino, ma anche da fornitori globali come quelli per il cioccolato, oltre a trovare prodotti cosmetici naturali, detersivi liquidi ricaricabili alla spina, detersivi in polvere, borse e accessori del brand malefatte venezia, libri e riviste di settore fino alle liste nozze e bomboniere personalmente confezionate dalla signora Gabriella.

Il punto di forza di questa bottega è la ventata di giustizia che ha portato al quartiere, contribuendo anche alla promozione di eventi, manifestazioni culturali e formazione nel territorio per diffondere il concetto che quando ci sono amore e volontà, viene da sé capire lo scopo per il quale si fa questo servizio di volontariato e si acquistano prodotti equosolidali. 

Per chiunque fosse interessato a diventare volontario, è necessario recarsi in negozio per un appuntamento con la responsabile Nicoletta e iniziare a far parte di una grande famiglia che coglie tutte le opportunità che il quartiere e il territorio hanno da offrire per aiutare le persone svantaggiate, dare loro la possibilità di progettare il futuro o semplicemente per diventare consumatori consapevoli e responsabili.